Top Italian Scientist

24 Ottobre 2014 – 16 Luglio 2015, Polo d’Innovazione di Genomica, Genetica e Biologia, Perugia

Il Polo GGB presenta la nuova serie di seminari T.I.S. (TOP ITALIAN SCIENTIST) 
Eventbrite - TOP ITALIAN SCIENTIST (T.I.S.) SEMINAR SERIES

Cosa sono i T.I.S.?
I T.I.S. seminar sono un ciclo di seminari gratuiti, aperti a tutti, che offrono l’occasione per poter ascoltare 10 luminari italiani, protagonisti dell’attuale panorama scientifico mondiale.

Protagonisti del ciclo di seminari, infatti, sono 10 ricercatori di fama internazionale provenienti da prestigiosi centri di ricerca italiani ed esteri (USA, UK, Giappone, Singapore), che a cadenza di un mese circa l’uno dall’altro, presenteranno ai partecipanti gli ultimi risultati delle loro ricerche scientifiche in ambito genetico e genomico.
Un’opportunità unica per incontrare di persona scienziati che hanno segnato punti di svolta nella ricerca, ottenendo consenso in Italia ed all’estero.

Il tutto secondo un format seminariale innovativo, “orizzontale” e democratico, in cui i partecipanti sono parte attiva del dibattito.
I T.I.S. si terranno presso la Facoltà di Medicina&Chirurgia dell’Università degli Studi di Perugia.

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook per aggiornamenti e news sull’iniziativa!

PROGRAMMA

Data Relatore Titolo Seminario Abstract
24 Ottobre 2014 Brunangelo Falini Genomica della leucemia a cellule capellute: implicazioni biologiche e nuove prospettive terapeutiche
19 Novembre 2014 Paola Ricciardi-Castagnoli Le Cellule dendritiche e la regolazione della risposta immunitaria
18 Dicembre 2014 Piero Carninci Il ruolo dei non-coding RNA nei trascrittomi dei mammiferi
22 Gennaio 2015 Paolo Puccetti Ligandi e Recettori: Dogmi farmacologici ed intemperanze immunologiche
19 Febbraio 2015 Antonio Torroni Origine e Dispersione delle popolazioni umane moderne. Una prospettiva matrilineare.
19 Marzo 2015 Prof. Gianni Cesareni TBA
16 Aprile 2015 Prof. Andrea Ballabio TBA
14 Maggio 2015 Prof. Annarosa Leri TBA
18 Giugno 2015 Prof. Paolo Madeddu TBA
16 Luglio 2015 Prof. Giovanni Parmigiani TBA

Eventbrite - TOP ITALIAN SCIENTIST (T.I.S.) SEMINAR SERIES

I seminari si rivolgono a scienziati, ricercatori e chiunque sia interessato ad approfondire la propria cultura scientifica. La partecipazione ai seminari è gratuita ed è prevista la possibilità di rilasciare attestati di frequenza per ciascun seminario.
I TIS vogliono essere un progetto seminariale nuovo, “orizzontale”, in cui gli studenti/ricercatori siano parte attiva dell’interazione. A questo scopo, dopo lo speech del relatore, è prevista un’apposita “Q&A Session” (Questions&Answers) di 45 minuti, per rivolgere domande al ricercatore, per togliersi delle curiosità riguardo all’argomento scientifico trattato, all’esperienza scientifica maturata, etc.
E’ inoltre prevista l’iniziativa “Top Italian Student” Competition: al termine del ciclo dei 10 seminari previsti, gli autori delle domande ritenute più interessanti dai relatori parteciperanno all’estrazione di premi “scientifici” (buoni spesa per l’acquisto di monografie scientifiche; iscrizione a congressi/convegni; abbonamenti a riviste scientifiche; partecipazione a corsi di formazione). L’obiettivo è trasformare il seminario in un momento realmente interattivo in cui ad essere protagonista non è più il solo relatore ma gli studenti.

Per qualsiasi informazione o chiarimento si prega di contattare Letizia Cinti (075/ 5858364 – l.cinti@pologgb.com) e Alessandro Rassello  (075/ 5858364; a.rassello@pologgb.com)

#TIS 1: Prof. Brunangelo Falini
Direttore della Struttura Complessa di Ematologia – Ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia, Italia

Il Prof. Falini è autore di oltre 300 pubblicazioni in riviste scientifiche internazionali così come di numerosi capitoli di libri riguardanti i linfomi e le leucemie. L’Institute for Scientific Information (ISI) di Filadelfia lo ha qualificato il ricercatore più citato nel campo della Medicina Clinica ed è membro del “Gruppo 2003” che include gli scienziati italiani più citati nei diversi ambiti scientifici. Attraverso la tecnologia degli anticorpi monoclonali e, più recentemente, del next generation sequencing, il Prof. Falini ha apportato un contributo fondamentale alla caratterizzazione molecolare di diverse neoplasie ematologiche. Le sue scoperte sul genoma del cancro hanno enormemente aumentato la conoscenza della biologia riguardante le diverse forme di leucemia e di linfoma e sono già ampiamente utilizzate nella diagnosi e nella stratificazione prognostica di pazienti ematologici.

Ultime pubblicazioni:
– Falini B, Mecucci C, Tiacci E, Alcalay M, Rosati R, Pasqualucci L, La Starza R, Diverio D, Colombo E, Santucci A, Bigerna B, Pacini R, Pucciarini A, Liso A, Vignetti M, Fazi P, Meani N, Pettirossi V, Saglio G, Mandelli F, Lo-Coco F, Pelicci PG, Martelli MF. Cytoplasmic nucleophosmin in acute myelogenous leukemia with a normal karyotype. N Engl J Med 352:254-266, 2005.
– Tiacci E, Trifonov V, Schiavoni G, Holmes A, Kern W, Martelli MP, Pucciarini A, Bigerna B, Pacini R, Wells VA, Sportoletti P, Pettirossi V, Mannucci R, Elliott O, Liso A, Ambrosetti A, Pulsoni A, Forconi F, Trentin L, Semenzato G, Inghirami G, Capponi M, Di Raimondo F, Patti C, Arcaini L, Musto P, Pileri S, Haferlach C, Schnittger S, Pizzolo G, Foà R, Farinelli L, Haferlach T, Pasqualucci L, Rabadan R, Falini B. BRAF mutations in hairy-cell leukemia. N Engl J Med 364:2305-2310, 2011.


#TIS 2: Prof. Paola Castagnoli
Direttore Scientifico (2007-2014) – A*Star Research Centre for Human Immunology, Singapore

La Prof. Paola Ricciardi-Castagnoli ha rivestito dal 2007 al 2014 il ruolo di Direttore Scientifico del Centro di ricerca A * STAR di Immunologia Umana di Singapore (SIgN), dopo essere stato Professore ordinario di Immunologia e Patologia Generale presso l’Università di Milano-Bicocca, Postdoctoral Fellow presso la Stanford University (Palo Alto) e Visiting Scientist presso il MIT (Boston). È membro del Scientific Advisory Board del Max Planck Institute for Infectiology di Berlino ed è stato membro del Consiglio scientifico dell’Institut Pasteur di Parigi. Il suo laboratorio è coinvolto nello studio delle cellule mieloidi, in particolare delle cellule dendritiche (DC), ed ha contribuito in modo rilevante all’identificazione del ruolo centrale delle DC nella regolazione dell’immunità. La Prof. Ricciardi-Castagnoli ha contribuito alla scoperta di TLR4 quale recettore per LPS, che ha poi portato all’attribuzione del Premio Nobel per la medicina a Bruce Beutler nel 2011. Con il suo gruppo di ricerca, ha pubblicato oltre 180 lavori su riviste internazionali raggiungendo 25.000 citazioni.

Ultime pubblicazioni:
1) Rescigno M, Urbano M, Valzasina B, Francolini M, Rotta G, Bonasio R, Granucci F, Kraehenbuhl JP, Ricciardi-Castagnoli P. Dendritic cells express tight junction proteins and penetrate gut epithelial monolayers to sample bacteria. Nat Immunol. 2001 Apr;2(4):361-7.

2) Granucci F, Vizzardelli C, Pavelka N, Feau S, Persico M, Virzi E, Rescigno M, Moro G, Ricciardi-Castagnoli P. Inducible IL-2 production by dendritic cells revealed by global gene expression analysis. Nat Immunol. 2001 Sep;2(9):882-8.

3) Ricciardi-Castagnoli P, Granucci F. Opinion: Interpretation of the complexity of innate immune responses by functional genomics. Nat Rev Immunol. 2002 Nov;2(11):881-9.

4) Granucci F, Petraia F, Urbano M, Citterio S, Di Tota F, Santambrogio L, Ricciardi-Castagnoli P. The scavenger receptor MARCO mediates cytoskeleton rearrangements in dendritic cells and microglia. Blood. 2003 Oct 15;102(8):2940-7

5) Granucci F, Feau S, Angeli V, Trottein F, Ricciardi-Castagnoli P. Early IL-2 production by mouse dendritic cells is the result of microbial-induced priming. J Immunol. 2003 May 15;170(10):5075-81.

6) Granucci F, Zanoni I, Feau S, Ricciardi-Castagnoli P. Dendritic cell regulation of immune responses: a new role for interleukin 2 at the intersection of innate and adaptive immunity. EMBO J. 2003 Jun 1;22(11):2546-51.

7) Granucci F, Zanoni I, Pavelka N, van Dommelen SLH, Andoniou CE, Belardelli F, Degli Esposti MA, Ricciardi-Castagnoli P. A Contribution of Mouse Dendritic Cell–Derived IL-2 for NK Cell Activation. J Exp Med. Aug 2004; 200:287–295.

8) Feau S, Facchinetti V, Granucci F, Citterio S, Jarrossay D, Seresini S, Protti MP, Lanzavecchia A, Ricciardi-Castagnoli P. Dendritic cell-derived IL-2 production is regulated by IL-15 in humans and in mice. Blood. 2005 Jan 15;105(2):697-702.

9) Fric J, Lim CX, Koh EG, Hofmann B, Chen J, Tay HS, Mohammad Isa SA,
Mortellaro A, Ruedl C, Ricciardi-Castagnoli P. Calcineurin/NFAT signalling inhibits myeloid haematopoiesis. EMBO Mol Med. 2012 Apr;4(4):269-82.

10) Fric J, Zelante T,Wong AY, Mertes A, Yu HB, Ricciardi-Castagnoli P. NFAT control of innate immunity. Blood. 2012 Aug 16;120(7):1380-9



#TIS 3: Prof. Piero Carninci
Direttore Divisione Tecnologie Applicate alla Genomica – Riken Centre for Life Science Technologies, Giappone

Nato in Italia, il Prof. Piero Carninci ottiene il titolo di Dottore di Ricerca presso l’Università di Trieste nel 1989. Dal 1990 al 1995 cura lo sviluppo di tecnologie per l’estrazione ed il sequenziamento del DNA presso lo spin-off Talent. Nel 1995 si trasferisce in Giappone al RIKEN Tsukuba Life Science center, struttura dove diventa tenure researcher nel 1997. Lì si occupa dello sviluppo di tecnologie di cattura del cDNA, usate per la costruzione dei progetti Fantom. Tra il 2008 e il 2013 è Team and Unit Leader e Deputy Project Director al RIKEN Omics Science Center di Yokohama. Lavora allo sviluppo di tecnologie di analisi del trascrittoma, come il cap-trapper e il CAGE. Queste tecnologie sono ampiamente utilizzate nei progetti Fantom del RIKEN e hanno permesso l’identificazione di non-coding RNA come principale output del genoma dei mammiferi e hanno fornito una mappatura dei promotori degli stessi. Inoltre sviluppa una miniaturizzazione del CAGE, al fine di affrontare le problematiche biologiche per le quali c’è carenza di materiale di studio di partenza. Da Aprile 2013 è Direttore della Divisione Tecnologie Applicate alla Genomica e Deputy Director del Center for Life Science Technologies, RIKEN. Il Prof. Carninci ha pubblicato più di 230 fra papers ed articoli scientifici ed è membro di board editoriali di varie riviste scientifiche.

Ultime pubblicazioni:
nature12787
nature13182
ng.2965

#TIS 4: Prof. Paolo Puccetti
Professore di Farmacologia – Università degli Studi di Perugia, Italy

Ordinario di Farmacologia presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia, il Prof. Puccetti è autore di oltre 200 articoli che appaiono in MEDLINE. Pubblicazioni di eccellenza nell’ultimo decennio includono oltre 10 articoli in riviste Nature, di cui alcune con più di 500 citazioni. Il Prof. Puccetti figura attualmente al 21° posto per citazioni nella graduatoria internazionale dei farmacologi.

Ultime pubblicazioni:

1) Romani, L., et al., Microbiota control of a tryptophan-AhR pathway in disease tolerance to fungi. Eur J Immunol, 2014.
2) Pallotta, M.T., et al., Forced IDO1 expression in dendritic cells restores immunoregulatory signalling in autoimmune diabetes. J Cell Mol Med, 2014. 18(10): p. 2082-91.
3) Moretti, S., et al., Indoleamine 2,3-dioxygenase 1 (IDO1) is up-regulated in thyroid carcinoma and drives the development of an immunosuppressant tumor microenvironment. J Clin Endocrinol Metab, 2014. 99(5): p. E832-40.
4) Fallarino, F., et al., LPS-conditioned dendritic cells confer endotoxin tolerance contingent on tryptophan catabolism. Immunobiology, 2014.
5) Bessede, A., et al., Aryl hydrocarbon receptor control of a disease tolerance defence pathway. Nature, 2014. 511(7508): p. 184-90.
6) Bellet, M.M., et al., NEDD4 controls the expression of GUCD1, a protein upregulated in proliferating liver cells. Cell Cycle, 2014. 13(12): p. 1902-11.
7) Fallarino, F., et. al., AhR: Far more than an environmental sensor. Cell Cycle, 2014. 13(17): p. 2645-46.
8) Volpi, C., et al., TLRs and tryptophan metabolism at the crossroad of immunoregulatory pathways. Immunometabolism (2014). 1: p. 28–50.
9) Puccetti, P., On the non-redundant roles of TDO2 and IDO1. Front Immunol
5:522. doi:10.3389/fimmu.2014.00522.
10) Romani, L., and Puccetti P., Brief Communications Arising. Nature, 2014. doi:10.1038/nature13845.

#TIS 5: Prof. Antonio Torroni
Professore Ordinario di Genetica – Università degli Studi di Pavia, Italy

Laureatosi in Scienze Biologiche presso l’Univ. La Sapienza di Roma, e poi Dottore di Ricerca in Scienze Genetiche presso l’Università di Pavia, il Prof. Torroni è stato Postdoctoral fellow e poi Assistant Professor presso il Dept. of Genetics and Molecular Medicine alla Emory University School of Medicine (Atlanta – USA), nonché direttore della Scuola di Dottorato in Scienze della Vita e coordinatore del Dottorato in Scienze Genetiche e Biomolecolari dell’Università di Pavia. Il suo principale interesse di ricerca riguarda lo studio della variabilità genetica in popolazioni umane ed animali ed è autore di 172 articoli su riviste internazionali, con circa 14.000 citazioni complessive, vantando un h-index attuale (ISI) di 64.

Ultime Pubblicazioni:
– Perego UA, Achilli A, Angerhofer N, Accetturo M, Pala M, Olivieri A, Hooshiar Kashani B, Ritchie KH, Scozzari R, Kong Q-P, Myres NM, Salas A, Semino O, Bandelt H-J, Woodward SR, Torroni A. Distinctive Paleo-Indian migration routes from Beringia marked by two rare mtDNA haplogroups. Curr Biol 19:1-8 (2009).
– Pala M, Achilli A, Olivieri A, Hooshiar Kashani B, Perego UA, Sanna D, Metspalu E, Tambets K, Tamm E, Accetturo M, Carossa V, Lancioni H, Panara F, Zimmermann B, Huber G, Al-Zahery N, Brisighelli F, Woodward SR, Francalacci P, Parson W, Salas A, Behar DM, Villems R, Semino O, Bandelt HJ, Torroni A. Mitochondrial haplogroup U5b3: a distant echo of the Epipaleolithic in Italy and the legacy of the early Sardinians. Am J Hum Genet 84:814-821 (2009).
– Perego UA, Angerhofer N, Pala M, Olivieri A, Lancioni H, Hooshiar Kashani B, Carossa V, Ekins JE, Gómez-Carballa A, Huber G, Zimmermann B, Corach D, Babudri N, Panara F, Myres NM, Parson W, Semino O, Salas A, Woodward SR, Achilli A, Torroni A. The initial peopling of the Americas: a growing number of founding mitochondrial genomes from Beringia. Genome Res 20:1174-1179 (2010).
– Achilli A, Olivieri A, Soares P, Lancioni H, Hooshiar Kashani B, Perego UA, Nergadze SG, Carossa V, Santagostino M, Capomaccio S, Felicetti M, Al-Achkar W, Penedo MC, Verini-Supplizi A, Houshmand M, Woodward SR, Semino O, Silvestrelli M, Giulotto E, L. Pereira, Bandelt H-J, Torroni A. Mitochondrial genomes from modern horses reveal the major haplogroups that underwent domestication. Proc Natl Acad Sci USA 109:2449-2454 (2012).
– Achilli A, Perego UA, Lancioni H, Olivieri A, Gandini F, Hooshiar Kashani B, Battaglia V, Grugni V, Angerhofer N, Rogers MP, Herrera RJ, Woodward SR, Labuda D, Smith DG, Cybulski JS, Semino O, Malhi RS, Torroni A. Reconciling migration models to the Americas with the variation of North American native mitogenomes. Proc Natl Acad Sci USA 110:14308-14313 (2013).

#TIS 6: Prof. Gianni Cesareni
Professore di Genetica – Università di Roma Tor Vergata, Italy
#TIS 7: Prof. Andrea Ballabio
Direttore Scientifico – Istituto Telethon di Genetica e Medicina, Italy

#TIS 8: Prof. Annarosa Leri
Professore associato presso Dipartimento di Anestesia e Medicina – Brigham and Women’s Hospital, Harvard Medical School, USA

#TIS 9: Prof. Paolo Madeddu
Professore di Medicina Cardiovascolare Sperimentale, University of Bristol, UK

#TIS 10: Prof. Giovanni Parmigiani
Professore di Biostatistica – Harvard School of Public Health, USA